Il sogno di Michele

Era il mese di Dicembre e il Natale si avvicinava, Michele se ne stava solo soletto a guardare dalla finestra della sua cameretta il mare agitato, il cielo grigio, ma della neve nemmeno l’ombra.

Anche quest’anno, pensò, un Natale senza neve.

Michele non aveva mai visto la neve e perciò, di fronte al suo letto, aveva una cartolina di un paese innevato ai piedi di una grande montagna.

Una notte Michele,non riuscendo a dormire,pensò che sarebbe stato bello “tuffarsi” all’interno della cartolina.

Chiuse gli occhi e in un baleno,come per magia,salì a bordo di una slitta rossa che lo trainò fino a quel bellissimo paese della cartolina.

Era un paese da fiaba:i tetti delle case,gli alberi,i viottoli erano tutti bianchi;i fiocchi di neve scendevano dall’alto facendo l’altalena fra cielo e terra,sempre più fitti,sempre più grossi.

Michele cominciò a rotolarsi nelle strade imbiancate,a ridere come non aveva mai fatto.

La gente si divertiva a lanciarsi le palle di neve e i bambini costruivano meravigliosi pupazzi:tutti sembravano felici.

Passò un vecchietto e regalò a Michele un berretto rosso e dei guanti,allora anche lui cominciò a costruire pupazzi e a giocare con gli altri bambini.

All’improvviso un forte vento lo trascinò via e si ritrovò di nuovo nella sua cameretta,mentre la voce della mamma gli diceva che era l’ora di alzarsi per andare a scuola.

Michele pensò di aver sognato e guardò con tristezza la cartolina,poi il suo sguardo si posò sulla sedia e vide il berretto rosso e il paio di guanti.

Era tutto vero, era stato veramente in quel paese magico ma,mentre ancora non credeva ai suoi occhi,la voce della mamma gli gridò di mettersi il cappello rosso e i guanti,che gli aveva messo sulla sedia, perché stava nevicando…

BUTTERFLY

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *